Sapori e profumi in Campania

Quando si parla di mozzarella di bufala non si può essere generici, in quanto la vera e unica prelibatezza con denominazione DOP è Campana, ha origini antichissime e rappresenta una delle indiscusse ricchezze gastronomiche del nostro paese, oltre ad essere conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

Caratteristiche e denominazione d’origine

La Mozzarella di Bufala Campana è un formaggio fresco a pasta filata molle, prodotta con latte fresco intero, di bufala ovviamente, prodotto nella zona tradizionale di origine; la sigla DOP infatti indica la denominazione d’origine, ovvero “il nome di una regione (o di un luogo) che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare, originario di tale regione, la cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente all’ambiente geografico, comprensivo dei fattori naturali ed umani e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengano nell’area geografica delimitata”. La cura e l’attenzione per la materia prima è quindi fondamentale, basta pensare che il latte di bufala utilizzato deve essere consegnato al caseificio entro 12 ore dalla mungitura ed immagazzinato in recipienti che non modifichino le caratteristiche organolettiche del prodotto; inoltre prima di avviare tutto il processo di produzione, il latte deve essere filtrato per eliminare qualunque tipo d’impurità.  

Per quanto riguarda il suo nome, invece, il termine mozzarella deriva dal verbo mozzare, e si riferisce al taglio che viene effettuato sul formaggio a pasta filata con le mani, più precisamente mentre un operatore tiene la massa globosa, l’altro stacca i pezzi di mozzarella comprimendola tra pollice e indice. La sua forma è riconoscibile ovunque, solitamente rotonda e con un peso che arriva fino agli 800 gr, anche se oggi la troviamo anche in versione affumicata o in differenti forme come ad esempio i bocconcini, le ovoline, i nodini e le famose trecce, che arrivano anche sopra i 2kg sempre realizzate a mano.

Da dove proviene e la conservazione del prodotto

Quando si acquista una mozzarella di bufala quindi, bisogna accertarsi anche della sua provenienza, e secondo la normativa DOP, l’unica zona in cui può essere prodotta include principalmente la Campania, con le province di Caserta e Salerno, oltre ad alcuni comuni nelle province di Napoli e Benevento; il Lazio, con alcune parti delle province di Latina, Frosinone e Roma; la Puglia, con alcuni comuni della provincia di Foggia; il Molise, con il comune di Venafro. Ma come si conserva questa prelibatezza italiana? Spesso sorge il dubbio se riporla in frigo o meno, in realtà se non viene consumata subito dovrebbe essere conservata in un luogo fresco, lasciandola nell’acqua della sua confezione per poi consumarla a temperatura ambiente e assaporarne pienamente il gusto. La Bufalina DOP è un negozio di gastronomia di Bitonto, in provincia di Bari, specializzato nella vendita di prodotti di eccellenza Campana certificata, dalla mozzarella di bufala DOP ovviamente a tutti i prodotti di eccellenza del territorio selezionate in base al loro grado di artigianalità. I due proprietari Cristian e Anna saranno felici di aiutarvi a scoprire la tradizione culinaria napoletana, dalle mozzarelle al caffè fino ai dolci e vi guideranno nella scelta dei prodotti migliori.  Veniteci a trovare in Via Ludovico d’Angiò 30 a Bitonto, oppure non esitate a contattarci al numero 080.5275776 o inviandoci un email all’indirizzo info@labufalinadop.it per maggiori informazioni, richiedere un preventivo o effettuare un ordine.